Apple iPad Pro 2018: mai stato così semplice piegare un tablet

Se siete già in possesso di uno dei nuovi modelli Apple iPad Pro 2018, non è certo un segreto il fatto che il vostro sia stato un investimento piuttosto costoso. Il modello da 11 pollici parte infatti da ben 799 euro, mentre la versione da 12,9 pollici arriva addirittura a ben 999 euro nella sua configurazione di base.

Anche se nessuno ama mettere cover ai propri dispositivi – specialmente quando si tratta di tablet ed iPad – ma dopo aver visto quanto segue, siamo quasi sicuri che in molti correranno ad acquistare una protezione per il nuovo grande gioiellino realizzato dal colosso di Cupertino.

Apple iPad Pro 2018 spezzato da JerryRigEverything

Il nuovissimo Apple iPad Pro 2018 non è stato certo lodato dal famoso youtuber JerryRigEverything, infatti in occasione del duro test a cui vengono sottoposti diversi prodotti ha praticamente distrutto questo tablet sottilissimo.

Il display è abbastanza resistente ai graffi, non possiamo però dire lo stesso del vetro zaffiro che copre la fotocamera posteriore. In questo caso, infatti, sembra che sia stato utilizzata una copertura di qualità inferiore rispetto a quella vista su iPhone Xs, Xs Max e Xr.

Il frame laterale, così come la back cover, sono interamente realizzati in alluminio non abbastanza resistente da impedire al noto personaggio di disegnare sul pannello posteriore la maschera di Spider-Man.

Purtroppo il finale del test di oggi è piuttosto triste, infatti il grande vantaggio dello spessore di questo nuovo Apple iPad Pro 2018 è diventato anche un’enorme svantaggio.

Il tablet per eccellenza infatti si è piegato al minimo sforzo, molto più facilmente se messo a confronto con tantissimi altri tablet che comunque tendono a spezzarsi a causa delle dimensioni più generose rispetto a quelle degli smartphone.

Insomma, cercate di stare molto attenti al vostro nuovo tablet in quanto potreste rischiare di spezzarlo anche solo sedendovi sopra di lui mentre si trova poggiato sul divano del soggiorno.

FONTE: Phonearena;

Disqus Comments Loading...