La FCC conferma la chicca di Galaxy S10 vista su Mate 20 Pro

Già da alcune settimane non si fa che parlare delle funzionalità esclusive di Samsung Galaxy S10, il top di gamma 2019 che il colosso sudcoreano presenterà ufficialmente in occasione dell’evento Unpacked.

Proprio nelle ultime ore la FCC – Federal Communication Commissions – ha confermato quelle che erano soltanto delle voci relative al nuovo gioiellino di casa Samsung, ovvero l’arrivo di una funzionalità chiamata Powershare.

Si tratta di una tecnologia già vista sul diretto concorrente Huawei Mate 20 Pro, che permette al dispositivo di ricaricare altri smartphone che utilizzano la ricarica Qi tra cui gli ultimi iPhone immessi in commercio, i Samsung Galaxy più recenti e persino diversi smartwatch noti.

Questo tipo di tecnologia, tuttavia, sul dispositivo prodotto dalla casa cinese è apparsa piuttosto lenta, a tal punto da essere effettivamente inutilizzabile.

Con i documenti pubblicati in queste ore dal noto ente di certificazione relativamente al Samsung Galaxy S10 invece, abbiamo la conferma che la Wireless Power Transfer consentirà di ricevere e trasmettere un segnale tramite induzione o risonanza magnetica, garantendo quindi una potenza fino a 9W.

Insomma, non sarà sicuramente veloce come i caricabatteria da 15W presenti attualmente in commercio, ma sarà nettamente più rapido rispetto alla classica ricarica da 5W.

L’unico dubbio che ci pervade, però, riguarda la scarsa autonomia della batteria che spesso colpisce di flagship Samsung e principalmente dovuto alla personalizzazione del sistema operativo.

Non ci resta che attendere quindi la presentazione ufficiale di Galaxy S10 e scoprire quanto veloce effettivamente sia questa nuova Wireless Power Transfer e quanto sia migliorata l’autonomia della batteria.

FONTE: Mspoweruser;

Disqus Comments Loading...