Microsoft prepara Windows 10 al mirroring di Android

Microsoft ha rilasciato da poche ore la nuova Build 18356 (19H1) di Windows 10 Insider Preview, la release dedicata agli utenti iscritti al programma Insider per il test delle nuove funzioni in anteprima.

La più grande novità di questa versione del sistema operativo riguarda senza dubbio il supporto per il mirroring del display degli smartphone Android, una funzione attesa da tempo che sarà possibile sfruttare attraverso la già nota applicazione Your Phone.

Se fate parte del programma Insider quindi, già adesso potete effettuare il mirroring dello schermo del vostro smartphone Android direttamente sul desktop di Windows 10 senza dover scaricare applicazioni di terze parti dal Google Play Store.

In questo modo avrete accesso a tutte le funzionalità del vostro telefono, incluse app, contatti in rubrica, messaggi e chiamate. Tuttavia, sarà comunque necessario essere in possesso di uno smartphone che abbia in esecuzione Android 7.0 o versioni successive.

Inutile inoltre dirvi che tra i primi dispositivi compatibili troviamo gli ultimi top di gamma del colosso sudcoreano, Samsung Galaxy S9 e S9 Plus, Galaxy S8 e S8 Plus ed il trio presentato qualche settimana fa.

Il PC dovrà inoltre avere il Bluetooth con supporto low-energy, ma per verificare che rispetti tutte le specifiche richieste potrete fare riferimento alla discussione ufficiale.

Trattandosi di una release dedicata al programma Windows Insider, la nuova funzione mirroring di Android presenta ancora non pochi problemi. Tra i più noti:

  • input tattile non funzionante;
  • filtro luce blu non disponibile sul PC;
  • l’audio viene riprodotto dallo speaker del telefono;
  • alcuni giochi non supportano le interazioni con il mouse;

Questi sono soltanto alcuni dei bug noti, ma vi consigliamo di non iscrivervi al programma Insider se non siete sicuri delle conseguenze che potrebbe avere sul vostro PC con Windows 10.

Per gli utenti già iscritti al programma invece, non resta che attendere il roll-out che potrebbe richiedere qualche settimana per raggiungere gli account di tutto il mondo.

FONTE: Mspoweruser;

Disqus Comments Loading...