OneDrive su iOS si aggiorna con importanti nuove funzioni

Microsoft ha rilasciato in queste ore un’importante aggiornamento OneDrive che porta l’applicazione per iOS alla versione 10.1. Incredibile notare come il colosso di Redmond stia in questi mesi sviluppando le proprie applicazioni sul settore Mobile, probabilmente anche per preparare gli utenti all’arrivo del fantomatico Surface Phone.

Tra le novità più importanti del nuovo aggiornamento troviamo innanzitutto una nuova interfaccia utente, adesso infatti viene semplificata la scansione dei domi di ogni singolo file e le informazioni sulle notifiche. E’ stata anche migliorata la UX complessiva, in precedenza infatti era necessario tenere premuto o aprire un file per eseguire un’operazione particolare. Adesso, invece, basta toccare il pulsante “…” per aprire il nuovo menù. Risulta anche molto più semplice accedere ai file condivisi grazie alle nuove anteprime più grandi e dettagliate.

Sfogliando i file con iPad la visualizzazione elenco a più colonne ha spesso reso difficile la lettura dei nomi agli utenti, grazie al nuovo aggiornamento OneDrive è stata anche ampliata la dimensione del campo così da potere occupare l’intera riga introducendo anche un numero maggiore di informazioni all’interno della schermata.

E’ stato anche aggiunto il supporto alle anteprime per oltre 130 nuovi tipi di file e, tra questi, sono anche presenti i RAW, oggetti 3D, TFF, file Java, Swift, C e molto altro. Infine, ma non per importanza, è adesso possibile aprire qualsiasi file o cartella indipendentemente dal fatto che questo venga archiviato su OneDrive O SharePoint.

Per conoscere l’elenco completo delle novità vi consigliamo di consultare la pagina Microsoft OneDrive dedicata accessibile attraverso il badge sottostante per Apple AppStore, dove potrete anche procedere all’aggiornamento manuale dell’applicazione.

FONTE: Mspoweruser;

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.