Recensione Netgear Wi-Fi Extender EX2700, connettività in tutta la casa

Il Wi-Fi Extender EX 2700 è la soluzione al problema a cui sicuramente molti di voi si ritroveranno a fare i conti: i pilastri portanti delle proprie case. I grossi muri che schermano il segnale wifi dei router e rallentano drasticamente la velocità della connessione internet di casa. Il dispositivo che noi di TG Tech andremo a recensire oggi è un prodotto realizzato da Netgear ed adeguato all’uso privato per risolvere questo tipo di problemi.

Confezione

unboxing netgear wifi extender 2700

Il contenuto della confezione è molto scarno, contiene ciò che deve contenere. Il Wi-Fi Extender EX2700, la manualistica in differenti lingue (tranne l’italiana) ed il cd di installazione comprensivo delle guide in italiano.

Materiali

La plastica con cui è costruito questo dispositivo di rete è praticamente identica a quella utilizzata per produrre i modem/router di fascia medio-bassa della stessa azienda. Il Wi-Fi Extender EX2700 si presenta, una volta collegato alla presa di corrente, con ben quattro led di stato.

  • Power: indica semplicemente se il router è acceso oppure spento;
  • WPS: si accende alla pressione del medesimo pulsante, per collegare in modo rapido e sicuro i dispositivi che supportano questo tipo di tecnologia;
  • Router: indica se il wifi extender è correttamente collegato al vostro router di casa e raggiunto dalla rete internet;
  • Device: penso sia tanto importante quanto il led router. Indica se vi sono dispositivi connessi tramite l’extender. Infatti, se emette luce arancione non vi sono dispositivi agganciati.. viceversa, emette luce verde;

Un plus che solitamente è presente soltanto nei Wifi Extender di fascia alta è quello di potersi connettere con cavo LAN attraverso questo dispositivo. Cosa significa? Se il vostro router si trova nel soggiorno di casa, mentre voi state lavorando con il notebook all’interno della vostra cucina – dove è, per esempio, collegato l’extender – ed avete bisogno di più banda rispetto a quella che può offrirvi la rete Wifi potrete collegare un cavo LAN dal vostro notebook al Wifi Extender EX2700 persimulare una connessione diretta con il router. Ovviamente un minimo di dispersione del segnale ci sarà sempre ma, se questa è impercettibile tramite connessione Wifi figuriamoci allora attraverso la connessione via LAN. Infine, ma non per importanza, troviamo l’immancabile pin di reset. Utile nel caso in cui decidiate di cambiare router e/o configurazione, il vostro extender si resetterà tornando allo stato originario di fabbrica in modo da effettuare una re-configurazione partendo completamente da zero.

Interfaccia

Parlando di un prodotto Netgear è quasi banale pensare che l’interfaccia di configurazione sia complessa da comprendere, infatti – anche grazie alla guida presente su CD – è possibile accedere al setup di prima configurazione attraverso browser. Per farlo dovrete prima collegarvi alla rete del Wi-Fi Extener EX2700,  successivamente vi verranno mostrate le reti wifi disponibili ed – una volta selezionata la vostra rete – dovrete inserire la password di accesso. A questo punto è stato effettuato l’accoppiamento tra il vostro router ed il dispositivo Netgear e la fase successiva sarà una delle più importanti. Vi verranno mostrate due possibilità:

  • creare una rete con lo stesso nome di quella originaria, tipo: “wifi1” – “wifi1”;
  • creare una rete differente rispetto a quella originaria, tipo: “wifi1” – “wifi1_ext”;

Il primo caso è il più “carino” in quanto diventa praticamente invisibile il fatto che voi abbiate un extender in casa. L’unico problema arriva nel caso in cui i vostri dispositivi – proprio come il 90% dei cellulari in commercio – non siano dotati di wifi “intelligente. In cosa consiste questa funzione? Il dispositivo capisce autonomamente quanto è stabile il segnale della rete wifi a cui siete connessi e – se il segnale è troppo debole – la disconnette per connettersi ad una rete più performante. Quindi, in questo caso, in modo del tutto trasparente il dispositivo si disconnette dal router per collegarsi al wifi extender. Nel caso in cui il vostro dispositivo non disponga di tale tecnologia dovrete, quindi, effettuare manualmente questa operazione. Il secondo caso, invece, è quello più utilizzato e consiste nell’inserimento del suffisso “_ext” (più comune) al nome della rete wifi, o chiamare la rete in tutt’altro modo. Così facendo dovrete comunque scollegare manualmente il dispositivo dalla vostra rete wifi per connetterlo successivamente all’extender (e viceversa).

Copertura

speed test Extender EX2700

Ok, tutte informazioni interessanti. Ma, vi starete chiedendo, vale davvero la pena? La differenza si nota realmente? Beh, basta guardare lo screenshot per capire la differenza. Se vi trovate nella stessa stanza in cui si trova il Wi-Fi Extender EX2700, allora la differenza di connessione tra la rete wifi originale e questo dispositivo sarà minima. Se, invece, effettuate dei test in una stanza lontana dal router, per esempio in una stanza che precedentemente non era completamente raggiunta dal segnale wifi, il cambiamento sarà drastico!

Conclusioni

Il prezzo di listino per questo modello si aggira intorno ai 25 euro. Sinceramente, dopo averlo provato, penserete sicuramente che il gioco vale la candela in qualsiasi caso. Vi permetterà di coprire un’intera casa con tanta qualità. Inoltre, grazie all’applicazione Netgear Genie è possibile visualizzare, sotto la vostra rete wifi, un sotto-menù in cui viene riportata sia la qualità del segnale wifi del router, sia gli stessi dati per l’extender.

Perito informatico e grande appassionato del vasto mondo della tecnologia. Il mio obiettivo, ormai raggiunto, è quello di fare delle mie passioni.. il mio lavoro.

Close