Galaxy Fold può risorgere, Samsung vicina alla soluzione

Abbiamo ormai dimenticato il giorno in cui si è iniziato a parlare per la prima volta di Galaxy Fold, il nuovo smartphone Android che ancora lo scorso anno era in fase di produzione all’interno degli uffici Samsung.

E’ stato necessario diverso tempo di vedere questo dispositivo dal vivo, soltanto in occasione del Mobile World Congress 2018 di Barcellona il colosso sudcoreano si è esposto mostrando il primo pieghevole al mondo in tutta la sua eleganza.

Secondo le promesse, la cerniera al suo interno avrebbe potuto sopportare fino a cinque anni di uso regolare, risultati basati su test rigorosi eseguiti all’interno di un ambiente controllato.

Purtroppo già dopo pochi giorni dalla consegna di alcuni modelli di Galaxy Fold riservati alla stampa, in rete si è iniziato a parlare di danni catastrofici tali da non permettere il normale utilizzo del dispositivo.

Dopo attente considerazioni, Samsung ha deciso di inviare dei comunicati ufficiali in cui si riportava che i dispositivi preordinati avrebbero potuto correre il rischio di non essere effettivamente spediti a causa di problemi tecnici con il top di gamma presentato pochi mesi prima.

Nonostante le notizie dalla casa produttrice non fossero positive, sembra che negli ultimi giorni la situazione all’interno dei laboratori dell’azienda siano completamente cambiate. Si parla infatti di dichiarazioni ufficiali ottimistiche in cui viene suggerito che Samsung è ormai vicina alla soluzione del problema.

Prima di arrivare a conclusioni affrettate, però, ci teniamo ad evidenziare che si tratta ancora di informazioni non ufficiali di cui potremo avere conferma soltanto il prossimo 31 maggio.

Non sappiamo ancora quali possano essere gli accorgimenti che il colosso sudcoreano deciderà di applicare sul Galaxy Fold attualmente sotto i ferri, ma tra questi troveremo sicuramente una pellicola meno evidente ed una cerniera ancora più resistente.

FONTE: Phonearena;

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.